Sintetizziamo le misure previste dal Decreto Ristoro e analizziamo le categorie che beneficiano degli indenizzi

Sintetizziamo le misure del Decreto Ristoro varato il 28 ottobre 2020 al fine di ridurre il peso delle restrizioni imposte nei giorni scorsi.

Decreto Ristoro: i contributi a fondo perduto

  • Contributo a fondo perduto per i settori economici colpiti dalle restrizioni. Il Decreto Ristoro prevede l’erogazione di un contributo ai titolari di partita IVA delle attività più colpite da provvedimenti anti-covid. Il contributo spetta se l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi di aprile 2020 è inferiore ai due terzi dell’ammontare di aprile 2019. La platea dei beneficiari include le imprese con fatturato maggiore di 5 milioni € (con un ristoro pari al 10 % del calo del fatturato). E’ prevista l’erogazione automatica sul conto corrente per chi aveva già fatto domanda in precedenza. Le risorse dovrebbero arrivare “in tempi record entro il 15 novembre” con erogazione automatica. Per i soggetti che hanno già ricevuto il contributo, il nuovo importo sarà determinato come multiplo del contributo già erogato dal 100% al 400%. (Controlla la tabella dei codici ATECO e delle relative percentuali alla fine dell’articolo).

Decreto Ristoro: le misure relative agli immobili

  • Cancellazione della seconda rata IMU per gli immobili  in cui si esercitano le attività identificate con codici ATECO inseriti nell’Allegato 1 del Decreto (tabella riportata alla fine dell’articolo). Tra le condizioni, che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.
  • Sospensione delle procedure esecutive immobiliari nella prima casa. Fino al 31 dicembre 2020 è inefficace ogni procedura esecutiva per il pignoramento immobiliare che abbia ad oggetto l’abitazione principale del debitore.
  • Credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda. Il credito spetta con riferimento ai mesi di ottobre-novembre -dicembre, per le imprese operanti nei settori riportati nella tabella di cui all’Allegato 1 al Decreto (vedi tabella alla fine dell’articolo).

Decreto Ristoro: la proroga della Cassa Integrazione

  • Nuovi trattamenti di Cassa integrazione ordinaria, Assegno ordinario e Cassa integrazione in deroga. Disposizioni in materia di licenziamento. In pratica, i datori di lavoro che riducono l’attività possono presentare domanda di CIGO, Assegno ordinario e Cassa in deroga per una durata massima di sei settimane. Le sei settimane devono essere collocate nel periodo ricompreso tra il 16 novembre 2020 e il 31 gennaio 2021. Con riferimento a tale periodo, le predette sei settimane costituiscono la durata massima che può essere richiesta con causale COVID-19. Le sei settimane di trattamenti  sono riconosciute ai datori di lavoro ai quali sia stato già interamente autorizzato l’ulteriore periodo di 9 settimane. I datori di lavoro che presentano domanda per periodi relativi alle sei settimane, versano un contributo sulla base del raffronto tra il fatturato del primo semestre 2020 e quello del corrispondente semestre del 2019.
  • Sospensione per il mese di novembre 2020 dei versamenti dei contributi e dei premi per l’assicurazione per i dipendenti delle aziende dei settori economici interessati dalle nuove misure restrittive. La sospensione vale per i datori di lavoro delle attività indicate con i codici Ateco di cui all’allegato 1 del Decreto. I contributi previdenziali sospesi vanno pagati entro il 16 marzo 2021 senza l’applicazione di sanzione .

Decreto Ristoro: le altre misure previste a sostegno delle attività danneggiate

  • Misure urgenti di sostegno all’export e al sistema delle fiere internazionali. Viene incrementato lo stanziamento di risorse a favore delle imprese aventi come attività prevalente l’organizzazione di eventi fieristici di rilievo internazionale.
  •  Indennità da 1.000 euro per i lavoratori stagionali del turismo. Sono inclusi gli stagionali degli altri settori, i lavoratori dello spettacolo, gli intermittenti, i venditori porta a porta e i prestatori d’opera.
  • Misure a sostegno degli operatori turistici e della cultura. Incrementato di 100 milioni di €  per l’anno 2020  del fondo  a sostegno delle attività culturali e turistiche.
  • Proroga del termine per la presentazione del modello 770 al 10 dicembre 2020.
  •  Rimborso con voucher per gli spettacoli dal vivo previsti dal 24 ottobre e fino a gennaio 2021 e saltati per le nuove restrizioni anti-Covid.

Decreto Ristoro: le misure a sostegno dello Sport.

In aggiunta per il mese di novembre 2020, è erogata dalla società Sport e Salute S.p.A., nel limite massimo di 124 milioni di €, un’indennità pari a 800 euro. Tale indennità è prevista a favore dei lavoratori impiegati con rapporti di collaborazione presso il Coni e il Comitato Italiano Paralimpico, … Ancora: presso le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva, le società e associazioni sportive dilettantistiche. Viene altresì istituito il “Fondo per il sostegno delle associazioni e delle società sportive dilettantistiche” nel limite di 50 milioni di euro per l’anno 2020. Tale fondo sarà destinato all’adozione di misure di sostegno e ripresa delle associazioni e società sportive dilettantistiche” penalizzate dall’ultimo Dpcm del governo..

Decreto ristoro: la tabella con le tipologie di attività e i relativi coefficienti

CODICE ATECO%
493210 – Trasporto con taxi100%
493220 – Trasporto mediante noleggio di
autovetture da rimessa con conducente
100%
493901 – Gestioni di funicolari, ski-lift e
seggiovie se non facenti parte dei sistemi
di transito urbano o sub-urbano
200%
551000 – Alberghi150%
552010 – Villaggi turistici150%
552020 – Ostelli della gioventu’150%
552030 – Rifugi di montagna150%
552040 – Colonie marine e montane150%
552051 – Affittacamere per brevi soggiorni,
case ed appartamenti per vacanze, bed and
breakfast, residence
150%
552052 – Attivita’ di alloggio connesse
alle aziende agricole
150%
553000 – Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte150%
559020 – Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero150%
561011-Ristorazione con somministrazione200%
561012-Attivita’ di ristorazione connesse
alle aziende agricole
200%
561030-Gelaterie e pasticcerie150%
561041-Gelaterie e pasticcerie ambulanti150%
561042-Ristorazione ambulante200%
561050-Ristorazione su treni e navi200%
562100-Catering per eventi, banqueting200%
563000-Bar e altri esercizi simili senza
cucina
150%
591300 – Attivita’ di distribuzione
cinematografica, di video e di programmi
televisivi
200%
591400-Attivita’ di proiezione
cinematografica
200

Decreto ristoro: la tabella con le tipologie di attività e i relativi coefficienti

749094 – Agenzie ed agenti o procuratori
per lo spettacolo e lo sport
200%
773994 – Noleggio di strutture ed
attrezzature per manifestazioni e
Spettacoli: impianti luce ed audio senza
operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi
200%
799011 – Servizi di biglietteria per eventi
teatrali, sportivi ed altri eventi
ricreativi e d’intrattenimento
200%
799019 – Altri servizi di prenotazione e
altre attivita’ di assistenza turistica non
svolte dalle agenzie di viaggio nca
200%
799020 – Attivita’ delle guide e degli
accompagnatori turistici
200%
823000-Organizzazione di convegni e fiere200%
855209 – Altra formazione culturale200%
900101 – Attivita’ nel campo della
recitazione
200%
900109 – Altre rappresentazioni artistiche200%
900201 – Noleggio con operatore di
strutture ed attrezzature per
manifestazioni e spettacoli
200%
900309 – Altre creazioni artistiche e
letterarie
200%
900209 – Altre attivita’ di supporto alle
rappresentazioni artistiche
200%

Decreto ristoro: la tabella con le tipologie di attività e i relativi coefficienti

900400-Gestione di teatri, sale da concerto
e altre strutture artistiche
200%
920009 – Altre attivita’ connesse con le
lotterie e le scommesse (comprende le sale
bingo)
200%
931110-Gestione di stadi200%
931120-Gestione di piscine200%
931130-Gestione di impianti sportivI
polivalenti
200%
931190-Gestione di altri impianti sportivi
nca
200%
931200-Attivita’ di club sportivi200%
931300-Gestione di palestre200%
931910-Enti e organizzazioni sportive
promozione di eventi sportivi
200%
931999-Altre attivita’ sportive nca200%
932100-Parchi di divertimento e parchi
tematici
200%
932910-Discoteche, sale da ballo night-club
e simili
400%
932930-Sale giochi e biliardi200%
932990-Altre attivita’ di intrattenimento e
di divertimento nca
200%
949920 – Attivita’ di organizzazioni che
perseguono fini culturali, ricreativi e la
coltivazione di hobby
200%
949990 – Attivita’ di altre organizzazioni
associative nca
200%
960410-Servizi di centri per il benessere
fisico (esclusi gli stabilimenti termali)
200%
960905 – Organizzazione di feste e
cerimonie
200%
960420-Stabilimenti termali200%